Figlie di Maria Ausiliatrice



(Non presenti attualmente all'interno del Bearzi)

ChiSiamo2

Per informazioni http://www.cgfmanet.org/

"Noi Figlie di Maria Ausiliatrice siamo nella Chiesa donne consacrate che, vivendo in comunità e stando in mezzo alla gente, esprimiamo la mistica di un amore radicale per Cristo. In semplicità e gioia viviamo il servizio educativo ai giovani. Coltiviamo una dedizione missionaria che apre la vita quotidiana ad ampi orizzonti apostolici. Inserite nella Chiesa locale, esprimiamo una cittadinanza attiva nel territorio e nella cultura di oggi. "Con l'amore preferenziale di Don Bosco e di Madre Mazzarello ci dedichiamo alle giovani più povere, cioè a quelle che per varie ragioni hanno minori possibilità di riuscita e sono più esposte al pericolo. Per don Bosco prevenire è educare la persona, favorire la capacità di dare senso alla vita attraverso esperienze positive, e agire in coerenza con le decisioni prese. Prevenire è creare rapporti educativi capaci di stimolare e sostenere le forze interiori del giovane e di orientarlo verso nuove tappe di maturazione, verso nuove esperienze, nella prospettiva del progetto di vita cristiana".

(Atti CG XIX, p. 41)


La nostra comunità "Madre Rosetta Marchese" è formata da consacrate che si impegnano secondo il carisma dell'Istituto a collaborare con la Comunità Salesiana "G. Bearzi" di Udine.

Siamo una famiglia religiosa nata dal cuore di San Giovanni Bosco e dalla fedeltà creativa di Santa Maria Domenica Mazzarello. Don Bosco ha scelto questo nome perchè ci ha volute come un monumento vivo di grazie alla Madonna.

A Torino la scelta di fondare una istituzione in favore delle giovani è venuta a Don Bosco dalla sollecitazione di varie persone; dalla constatazione dello stato di abbandono e povertà in cui si trovavano molte ragazze; dal contatto con vari Istituti femminili; dalla profondità della sua devozione mariana; dalla conferma del Papa Pio IX che lo incoraggiò verso questa via; da ripetuti "sogni" e fatti straordinari da lui stesso raccontati.

Contemporaneamente a Mornese, sui colli del Monferrato, la giovane Maria Domenica Mazzarello animava un gruppo di giovani donne che si dedicavano alle ragazze del paese, con lo scopo di insegnare loro un mestiere, ma soprattutto con l’impegno di orientarle alla vita cristiana.

A distanza, due segnali sulla stessa lunghezza d’onda mandavano un identico messaggio: doveva nascere anche per le bambine e le giovani l’ambiente educativo che già c’era a Torino-Valdocco, per i ragazzi ad opera di Don Bosco. Maria Domenica Mazzarello fu confondatrice nel dare vita, forma e sviluppo alla nuova istituzione.

Il 5 agosto 1872 il primo gruppo di giovani donne pronunciarono il loro "sì" come la Vergine Maria per essere "aiuto" soprattutto tra le giovani.

"Per un dono dello Spirito Santo
e con l'intervento diretto di Maria,
San Giovanni Bosco
ha fondato il nostro Istituto
come risposta di salvezza
alle attese profonde delle giovani.
Gli ha trasmesso un patrimonio spirituale
ispirato alla carità di Cristo Buon Pastore,
e gli ha impresso un forte impulso missionario."
(Costituzioni FMA, n°1)

onsideriamo il coordinamento come lo stile di animazione proprio di chi crede che le risorse presenti in ogni persona attendono di essere risvegliate e valorizzate per esprimersi pienamente a gloria di Dio e a servizio della comune missione educativa.

È una modalità di conduzione che tende a coinvolgere le persone secondo un procedimento circolare, in modo tale da favorire lo scambio di risorse e l'espressione della creatività nella comunione.
È una strategia relazionale finalizzata alla vitalità di tutti così che ognuno possa esprimere nel tempo la fecondità profetica del carisma.
L'espressione profezia dell'insieme traduce in modo chiaro tale strategia, superando la componente più tecnica del termine coordinamento ed esprimendo il legame profondo tra spiritualità e vita.

(Dal Progetto Formativo delle Figlie di Maria Ausiliatrice)

Gli ambiti di animazione nella nostra comunità:

- catechistica e liturgica nella Parrocchia San Giovanni Bosco

- animazione giovanile dell'Oratorio e dei gruppi di impegno vocazionale

- insegnamento della religione della scuola media e assistenza

- attività promosse dalla Chiesa Locale